logo

Ricerca Dataset

Cerca tra i 373 dataset

Notizie

Open Data e territorio: Lazio, Sicilia e Puglia a confronto

di Vincenzo Patruno, ISTAT e Open Data Puglia

 

Un momento interessante della Data Academy di Smart City Exhibition 2015 è stato il confronto tra le esperienze relative ai dati aperti maturate in Lazio, Sicilia e Puglia.

La fase che stiamo attraversando è piuttosto particolare, le azioni concrete che vengono messe in campo sul fronte degli Open Data hanno assunto spesso una forte componente territoriale, che dà forma a progetti e iniziative che stanno avendo effetti concreti. La cosa interessante è che in ogni territorio queste azioni assumono un aspetto diverso, dipendentemente da quelle che sono le caratteristiche peculiari di del territorio stesso e da chi ha avviato e sta portando avanti queste azioni.

Abbiamo visto che in Sicilia è molto forte l'aspetto "community". C'è oggettivamente una situazione nella pubblica amministrazione locale che spinge chi ha interesse a "fare cose con i dati" ad aggregarsi e fare gruppo per spronare le pubbliche amministrazioni locali a dare risposte adeguate in termini di rilascio e manutenzione dei dati.

In Lazio la situazione è molto diversa: il progetto Open Data Lazio è un progetto pubblico che nasce all'interno della Pubblica Amministrazione. E' un progetto ancora in corso e si sta avviando pian piano a conclusione. E' stato attraverso questo progetto che la Regione Lazio ha potuto, non solo rilasciare il proprio portale Open Data, ma soprattutto conoscere e ottimizzare una serie di processi interni, a beneficio dello stesso ente pubblico e soprattutto dei cittadini. E' stato infatti sottolineato sin dall'inizio del progetto l'aspetto che abbiamo chiamato "empowerment" della pubblica amministrazione, ossia la PA che diventa consapevole del proprio potenziale e della possibilità di migliorare i propri processi interni.

L'altro aspetto che ha caratterizzato il progetto è stato quello dell'engagement dei cittadini. I cittadini cioè che vengono coinvolti perché sono proprio loro i primi beneficiari della apertura dei dati da parte della Regione.

Altra situazione in Puglia. Open Puglia nasce inizialmente come un progetto di Civic Hacking, una rete di professionisti con skill molto diverse tra loro, ma che lavorano essenzialmente tutti sui dati e con i dati.

Open Puglia per certi versi è un esperimento inedito per capire se e come i dati, in particolare gli open data possono diventare "servizio utile" finalizzato al monitoraggio sia per la pubblica amministrazione che per i cittadini del territorio. Dalle azioni di Open Puglia stanno infatti nascendo vari progetti di monitoraggio. Il primo è stato il monitoraggio ambientale in "near real time" fatto riusando opportunamente i dati di ArpaPuglia semplificandone a tutti la lettura e la comprensione attraverso una opportuna dashboard di monitoraggio.

Media (1 Voto)

blog comments powered by Disqus

Altre notizie

Consip: gli Open Data del Programma di razionalizzazione degli acquisti della PA

La condivisione delle informazioni è una tappa fondamentale nel processo di innovazione della PA.

28/03/2018 redazione

Sistema Conti Pubblici Territoriali (CPT): trasparenza, accountability e open government nei dati di spesa dell’operatore pubblico

Nella filosofia del Sistema Conti Pubblici Territoriali il dato è stato sempre considerato come risorsa pubblica, bene pubblico a disposizione della collettività e migliore arma per aiutare la valutazione, la politica, l’analisi.

20/02/2018 redazione

Open Data per la trasparenza – La graduatoria Call for Proposal “Energia Sostenibile 2.0”

Lo scorso primo giugno sono state inviate ai soggetti interessati che avevano partecipato al bando le note con la comunicazione di ammissione o meno al finanziamento.

05/12/2017 redazione

FoiaPop: quando gli open data creano valore

Avere a disposizione dati aperti significa rispondere con prontezza alle esigenze e ai bisogni dei cittadini.

05/09/2017 redazione

I dati aperti e l'accesso all'informazione pubblica: quanta strada fatta, quanta ne resta

Il punto sul percorso che porta alla valorizzazione, condivisione e riutilizzo dei dati aperti delle Amministrazioni Pubbliche.

25/07/2017 redazione

Il valore aggiunto degli Open Data: i suggerimenti dell’esperto

Intervista a Francesco "Piersoft" Paolicelli su presente e futuro degli open data.

18/07/2017 redazione

Open Data, scopriamo le Linee Guida Nazionali – parte 2

La seconda parte del riassunto delle Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico.

21/06/2017 redazione

Open Data, scopriamo le Linee Guida Nazionali – parte 1

Un riassunto delle Linee Guida Nazionali per la Valorizzazione del Patrimonio Informativo Pubblico.

13/06/2017 redazione

Quando l'Open Data fa rima con trasparenza

La trasparenza parte dalla pulizia dei dati per renderli coerenti, processabili da un computer e ben documentati.

13/11/2015 redazione

Analisi di business e nuovi modelli di impresa: prospettive di un dato di qualità

E' possibile immaginare che a breve si riesca a ragionare anche sulla qualità dei dati e sulla possibilità di renderli appetibili alle aziende del territorio.

09/10/2015 redazione

La PA accountable: cittadini co-protagonisti del decision making e co-produttori di servizi

La ricchezza della riflessione sul paradigma dei dati aperti, ha indotto molti autori a prefigurare l'inizio di una seconda fase degli Open Data.

29/07/2015 redazione